Collaboratore di un eurodeputato tedesco accusato di spiare per la Cina, anche sul Falun Gong

Il 22 aprile, il collaboratore di un eurodeputato tedesco, Jian G., è stato arrestato e accusato di aver condiviso informazioni interne su negoziati e decisioni con un servizio di intelligence cinese. Secondo il giornale tedesco Der Spiegel, tra queste informazioni figurano quelle su una mozione di risoluzione sulla persecuzione del Falun Gong.

La Risoluzione, adottata il 18 gennaio 2024, è stata motivata dalla condanna del signor Ding Yuande, padre del residente tedesco Ding Lebin. Da quando i suoi genitori sono stati arrestati, nel maggio 2023, Ding si è impegnato attivamente nel coinvolgere i funzionari europei a chiedere il rilascio dei suoi genitori. Secondo un comunicato stampa del procuratore generale federale tedesco, Jian G. avrebbe anche “spiato esponenti dell’opposizione cinese in Germania per conto dei servizi segreti [cinesi]”. Ding ha anche riferito di essere stato seguito e molestato dai sostenitori di Pechino.

Spiare e interferire con i praticanti del Falun Gong in Germania non è una novità. Nel 2011, un residente tedesco è stato giudicato colpevole di aver inviato informazioni sui praticanti del Falun Gong in Germania a un funzionario dell’Ufficio 610, l’agenzia di sicurezza extralegale responsabile della persecuzione del Falun Gong in Cina.

Leggi di più: https://www.ganjingworld.com/news/1gn8jv1q1v76LTcjKVWGjEHOW18m1c

Citato nella Newsletter in inglese del Falun Dafa information Center del 2 maggio 2024


Share